Il testo del nuovo contratto Funzioni Locali sottoscritto il 21 maggio

Scritto da Dino Pusceddu on .

Dopo otto anni di blocco contrattuale con la firma del 21 maggio 2018 è in vigore il nuovo CCNL Funzioni Locali. Un contratto innovativo che inserisce nuovi diritti e tutele e da uno spazio inedito alla contrattazione sia tramite l’informazione, obbligatoria e preventiva per tutte le materie previste dal contratto, sia tramite una restrizione delle azioni unilaterali da parte degli Enti che saranno sottoposte al vaglio di una commissione paritetica.

materiali del convegno sulle sanzioni disciplinari dopo il decreto madia

Scritto da Dino Pusceddu on .

Lo scorso 19 giugno la FP CGIL ha organizzato un convegno di approfondimento sui procedimenti disciplinari dopo l’approvazione del D.Lgs. 75/2017, pochi giorni prima dell’entrata in vigore del Decreto. Avevamo l’obiettivo di approfondire la materia dei procedimenti disciplinari che è stata fortemente modificata dai decreti delegati e che rischia di avere immediate ricadute sui dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Comune di Pontida: difettano imparzialità e non discriminazione anche per i concorsi non solo per i parcheggi

Scritto da Gian Marco Brumana on .

Come è noto l’articolo 51 della Costituzione prevede che: “Tutti i cittadini dell'uno o dell'altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge …” da tale articolo la Corte Costituzionale e la giurisprudenza in generale hanno ricavato il principio del favore verso la più ampia partecipazione possibile ai concorsi pubblici quale principio generale dell’ordinamento. Tant’è che a più riprese le diverse corti sono intervenute per sanzionare l’illegittimità dei limiti imposti ai candidati nei bandi di concorso in relazione alla loro residenza, alla loro età, ecc.

La mobilità volontaria non è un concorso pubblico

Scritto da Dino Pusceddu on .

Numerose amministrazioni negli ultimi mesi stanno avviando dei bandi di mobilità per la copertura di posti vacanti, spesso dichiarando alcuni o tutti i candidati “non idonei” a coprire il posto indicato nel bando.